Ablazione della colecisti

Definizione

Fisiologia della colecisti

 

Definizione di Colecistectomia

La colecistectomia consiste nel rimuovere la colecisti e i calcoli che essa contiene. Si tratta di una operazione che necessita di una corta ospedalizzazione.
E’ realizzata in regime ambulatoriale  , se l’infiammazione della colecisti non è molto importante; in questo caso il paziente viene operato la mattina e può rientrare a casa la sera. 
Se la colecisti è molto infiammata ” colecistite” – o il paziente è fragile – polipatologico- , la cura chirurgica sarà in regime convenzionale  ( 3 a 6 giorni d’ospedalizzazione).

 

  • Le indicazioni a realizzare la colecistectomia laparoscopica sono le seguenti :
  • 1) Litiasi colecistica sintomatica (colica epatica).
  • 2) Litiasi colecistica complicata
  • a) Colecistite acuta
  • b) Colecistite cronica
  • c) Pancreatite dovuta ad una migrazione litiasica
  • d) Litiasi della via biliare

 

Indicazioni

Indicazioni alla Colecistectomia

Le indicazioni alla colecistectomia laparoscopica sono le seguenti:

  • Indicazioni
  • 1)Litiasi colecistica sintomatica (colica epatica).
  • 2)Litiasi colecistica complicata
  • a)Colecistite acuta
  • b)Colecistite cronica
  • c)Pancreatite dovuta ad una migrazione litiasica
  • d)Litiasi della via biliare

Colecistolitiasi

La colecistolitiasi si definisce come la presenza di calcoli all’interno della colecisti.

Le donne sono colpite più frequentemente.

L’obesità e il diabete favoriscono la formazione di questi calculi che il più delle volte sono composti da colesterolo.
 

La litiasi colecistica può essere sintomatica.

I pazienti possono soffrire di attacchi dolorosi di coliche epatiche, secondarie alla distensione della colecisti a monte di un calcolo situato nel collo o nel dotto cistico.

Il dolore tipo colica epatica

  • Il dolore è spesso l’unico sintomo, ma può essere accompagnato da nausea e vomito.
  • Questo sintomo è a volte notturno e ad insorgenza improvvisa, spesso, in genere dopo un pasto pesante (assunzione di grassi o alcool).
  • Il dolore si trova in regione sottocostale destra (quadrante in alto a destra), o nel mezzo della parte superiore dell’addome (epigastrio).
  • Questo dolore può bloccare la respirazione (inibizione inspiratoria: segno di Murphy spontaneo)  e irradiarsi alla scapola destra o tra le spalle.
  • Il dolore aumenta durante 1 ora circa poi si calma.

 

  • Per qualsiasi dolore colico che dura più di 5 ore deve essere temuta una complicazione: colecistite, colangite, pancreatite acuta!

 

  • Da Notare
  • Gli attacchi di coliche biliari richiedono visita medica
  • L’esame fisico, esami di laboratorio e l’esecuzione di una ecografia consente una diagnosi accurata e di convalidare l’indicazione per colecistectomia.
  • L’ecografia è affidabile per cercare i calcoli biliari e i  segni di complicazione: colecistite, calcoli biliari migrati nelle vie biliari, pancreatite biliare

 

Colecistite acuta

La colecistite é una infiammazione (infezione) della parete di una colecisti contenente calcoli.

Si parla allora di colecistite litiasica.

Distinguiamo 3 fasi :

1) Infiammazione ed edema della colecisti: idrope della colecisti.
2) Infezione della bile (germi intestinali) : colecistite suppurativa o piocolecisti.
3) Necrosi ischemica della parete colecistica : colecistite gangrenosa.

  • La sintomatologia d’una colecistite si caratterizza per :

    Febbre (> 38,5°).

    Dolore all’addome superiore destro con irradiazione posteriore e nella regione della spalla destra.

    Nausea e vomito

Spesso è necessaria un’ospedalizzazione con dieta e antibiotici.
Gli esami di laboratorio possono mostrare una sindrome infiammatoria come un aumento dei globuli bianchi e PCR.

 

L’ecografia addominale è l’esame di riferimento

Essa diagnostica una colecisti litiasica a pareti inspessite, raddoppiate e divise. Uno spandimento liquido pericolecistico è frequente.

La colecisti in caso di colecistite può eccezionalmente perforarsi e provocare una peritonite biliare.

  • Da notare
  • Tutte le colecistiti acute diagnosticate devono essere operate !
  • possibilmente entro 48-72 ore dall’inizio della crisi dolorosa

L’intervento chirurgico può divenire più delicato in presenza di fenomeni infiammatori del peduncolo epatico e d’accollamenti con gli organi vicini come il duodeno o l’angolo colico destro.

Colecistite Cronica

La colecistite cronica è secondaria a una successione di colecistiti poco sintomatiche non trattate chirurgicamente, raffreddate con degli antibiotici o a risoluzione spontanea favorevole.

  • L’infiammazione cronica può provocare :
  • Colecistite cronica sclero-atrofica = La colecisti è di dimensione ridotta, la parete è spessa e modellata sul calcolo

    Colecistite cronica con parete molto fibrosa, sede di deposito  di calcio -Colecisti a porcellana: A rischio di trasformazione maligna : Cancro della colecisti.

    Fistula bilio-digestiva Fistula colecisto-duodenale Fistula colecisto-colica = questa comunicazione tra la colecisti (o la via biliare) e il tubo digerente complica circe l’ 1-2% delle colecistiti croniche. La fistula bilio-digestiva viene diagnosticata in caso di crisi di colecistite a ripetizione e la presenza di aria nella via biliare (aerobilia).

  • L’ileo biliare è una occlusione intestinale legata alla migrazione di un calcolo biliare fino all’ultima ansa intestinale (valvola ileo caecale bloccata).

Colecistectomia

Colecistectomia laparoscopica in ambulatorio

 

La colecistectomia è praticata in anestesia generale, quindi non sarete coscienti durante l’intervento.
Facciamo 3 o 4 piccole incisioni addominali per la colecistectomia laparoscopica. Un tubo con una minuscula camera video è inserito in addome attraverso una delle incisioni. Ciò ci permette di guardare le immagini su uno schermo nella sala chirurgica e di controllare i nostri gesti.
Gli strumenti chirurgici sono introdotti attraverso le altre incisioni nel vostro addomen e la vostra colecisti viene rimossa.

ablation vésicule dr Salsano Montpellier

La colecistectomia laparoscopica dura da 30 minuti a 2 ore.
In caso di colecistectomia laparoscopica, il paziente è spesso autorizzato a rientrare a casa il giorno stesso della chirurgia, anche se a volte un soggiorno di una o due notti in clinca è necessario.
In generale, vi potete aspettare di tornare a casaun volta che siate capaci di mangiare e bere senza dolore e camminare senza aiuto.
Ci vuole circa una settimana per recuperare totalmente.

La colangiografia peri-operatoria

Effettuiamo una colangiografia ai raggi X per verificare l’assenza di patologie delle vie biliari.
Se si ritrovano dei calculi biliari o altri problemi nella vostra via biliare principale, questi potranno essere corretti.

 

Rischio di conversione

La colecistectomia laparoscopica non è appropriata per tutti.
In alcuni casi, il chirurgo può cominciare con un approccio laparoscopico e poi realizzare una “conversione in laparotomia”.
La decisione di convertire in laparotomia (fare una incisione più larga) è presa a causa del tessuto cicatriziale proveniente da operazioni precedenti o da complicazioni.

 

Colecistectomia laparotomica

Durante la colecistectomia aperta il chirurgo pratica un’incisione di 10 cm nell’addome, sotto le costole a destra. I muscoli e i tessuti sono tirati indietro a rivelare il fegato e la cistifellea. Il chirurgo esegue quindi la procedura. L’incisione viene poi suturata. La colecistectomia dura da una a due ore.
Dopo la colecistectomia, serete diretti verso la sala di risveglio fino a che i farmaci anestesiologici terminino. In seguito, sarete trasferiti verso  la vostra camera. La durata del recupero varia in funzione della tecnica utilizzata e del vostro stato di salute.

In caso di colecistectomia aperta, attendetevi di passare 2 o 3 giorni  all’ospedale in convalescenza. Una volta a casa, possono volerci da quattro a sei settimane per ristabilirsi completamente.

Complicazioni

Complicazioni della Colecistectomia

La Colecistectomia comporta un lieve rischio di complicazioni, tra cui :

  • Da notare
  • Fuoriuscita di bile
  • Emorragia.
  • Lesioni iatrogene degli organi in prossimità, come le vie biliari, il fegato e l’intestino.
  • Pancreatite.

 

Il rischio di complicazioni dipende dalla vostra salute generale e il motivo della colecistectomia.

Convalescenza

Convalescenza

La colecistectomia ha per missione di ridurre il dolore e il disconfort dei calcoli biliari.

Alcune persone soffrono di una leggera diarrea dopo una colecistectomia, ma questo effetto scompare rapidamente.

La maggiorparte dei pazienti non avranno problemi digestivi dopo questo intervento chirurgico. La vostra colecisti non è essenziale per la digestione, ma noi vi consigliamo di limitare l’apporto di grassi durante le 2 prime settimane post-operatorie.

Dopo una colecistectomia laparoscopica, voi sarete capaci di ritornare al lavoro nel giro di qualche giorno. Ma in caso di una colecistectomia in open, il recupero sarà più lungo.

Info utili

Informazioni utili alla preparazione di una colecistectomia

  • Parlate al vostro medico di tutti i farmaci e supplementi che voi prendete.
  • Continuare a prendere la maggior parte dei farmaci come sono stati prescritti.
  • Smettere di prendere alcuni farmaci perchè aumentano il rischio di sanguinamento.
  • Restare a digiuno la notte prima dell’intervento. Potete bere un sorso d’acqua con i vostri farmaci, ma evitare di mangiare e di bere almeno 6 ore prima dell’intervento.
  • Bisogna fare una doccia con un sapone antibatterico prima dell’intervento.

Pianificate in anticipo il ritorno a casa e la convalescenza dopo un’ operazione:

  • Trovare qualcuno per riportarvi a casa.
  • Chiedere ad un amico o un familiare di guidare a casa e stare con voi la prima notte dopo l’intervento chirurgico.

 

La maggior parte delle persone possono tornare a casa lo stesso giorno della loro colecistectomia, ma delle complicazioni possono insorgere e richiedere una o più notti presso la clinica.

Se il chirurgo deve fare una lunga incisione addominale per rimuovere la cistifellea, potrebbe essere necessario rimanere più a lungo in clinica.

Non è sempre possibile sapere in anticipo quale sarà l’operazione utilizzata.

Organizzate il vostro soggiorno per rimanere in clinica:

ricordatevi di portare oggetti personali come spazzolini da denti, abiti comodi e libri e riviste per passare il tempo

Colecistectomia laparoscopica = regime ambulatoriale Montpellier – Clémentville CliniqueClinique du Parc

Dopo l’operazione

Al risveglio, il paziente viene portato nel suo letto nel reparto di chirurgia ambulatoriale. L’infermiera gli offre un po’ d’acqua o tisana: a mezzogiorno, il paziente deve essere in grado di mangiare un pasto leggero. Sedativi / analgesici vengono somministrati in infusione e vengono lasciati da 2 a 3 ore.
L’infermiera è attenta all’ intensità del dolore del paziente e alla sua capacità di trovare una soddisfacente autonomia (movimento nella stanza, recupero di minzione e di transito, cura di ferite …).
Dopo alcune ore di infusione viene rimosso l’ analgesico (antidolorifico) e da ora viene somministrato per via orale. Il team di assistenza sanitaria e l’anestesista farà quindi in modo che il dolore non si ripeta e che il comfort addominale del paziente rimanga tale.
L’uscita del paziente può essere considerata.
L’infermiera assicura che il paziente sia in possesso dei documenti necessari: rapporto chirurgico, rapporto ospedaliero, congedo per malattia (15 giorni), la dimissione, andare adal medico curante e prenotare la visita dal chirurgo a 5 settimane .

Uscita dalla clinica

L’uscita sarà decisa dopo una visita anestesiologica (e a volte il chirurgica). In pratica, il paziente lascia il reparto tra le 15 e le 19, accompagnato da un membro della famiglia.
La cena deve essere leggera.
Si tratta di solito di una zuppa e yogurt.

I giorni successivi

Le ferite non necessitano di cure a causa del loro metodo di chiusura. = sutura intradermica (filo interno) e colla organica.
Il paziente ha la possibilità di fare la doccia il giorno dopo l’intervento chirurgico.
L’interruzione del lavoro è di 15 giorni, tranne per i lavori pesanti in cui è di 4 settimane.