Ascesso anale

Definizione

Definizione di ascesso anale

Un ascesso anale è una raccolta di pus attorno all’ano

L’origine della ascesso è un’infezione che colpisce le ghiandole normalmente presenti nella parte superiore del canale anale nello spessore del muscolo sfintere.

Queste ghiandole hanno un’apertura verso l’interno del canale anale. Si possono bloccare e infettarsi con i germi delle feci. Le ragioni per l’infezione di una ghiandola anale sono sconosciute.


Una volta che l’infezione è cominciata, l’ascesso si forma molto rapidamente.

L’infezione perfora la parete del retto, causando la contaminazione del grasso intorno.

Una tasca piena di pus si espanderà sotto la cute intorno all’ano in una maniera  più o meno rapida.

  • Ascesso anale

  • Un incidente acuto che può colpire chiunque, senza motivo speciale. Sia l’uomo che la donna, di solito tra i 30 e i 50 anni, ma anche i bambini e gli anziani. Non vi è alcuna causa particolare di un ascesso ano-rettale singolo a parte il caso particolare della malattia di Crohn (malattia infiammatoria intestinale)

Ci sono altre cause di ascessi nella zona anale, meno frequenti e non correlate all’ infezione di una ghiandola anale, principalmente malattie della pelle (malattia di Verneuil, cisti sebacee) o infezione cisti pilonidale.

 

Sintomi

 

Sintomi dell’ascesso anale
 

Dolore                   

 

Tumefazione

 

Febbre

 

Difficoltà a urinare

 

Costipazione

 

 

Diagnostica

L’esame clinico della regione anale include: gonfiore, rossore, calore, infiammazione visibile sul margine anale.

Al tocco (la palpazione), questo gonfiore è doloroso. Può sembrare indurito, infiltrato, o già fluttuante se l’ascesso viene raccolto.

Se l’ascesso è profondo, la diagnosi è più difficile e potrebbe portare a confusione con un tumore

In questo caso, la febbre e leucocitosi indirizzano verso l’ipotesi di un ascesso.

Esame in anestesia generale

E ‘, infine, l’esame in anestesia generale che fornisce la conferma diagnostica e aiuta a portare maggiore chiarezza sulla sede precisa e sulll’estensione della raccolta

Trattamento chirurgico

TRATTAMENTO CHIRUGICO

L’apertura / drenaggio dell’ascesso è una urgenza!

Per alleviare il dolore ed evitare la diffusione dell’infezione, è necessario aprire rapidamente l’ascesso.

Questo gesto è possibile con un anestetico locale ma preferiamo anestesia generale

Il paziente viene posto in posizione supina, gambe piegate bene ( “ginecologo” posizione).

L’operazione consiste un’incisione vicino alla ascesso viene evacuata in modo che tutti i tessuti infetti.

dito è al collasso delicatamente le paratie per finire evacuare l’ascesso

lavato con betadine e perossido di idrogeno e viene scaricata usando un trapano o una lama di gomma.

Dobbiamo sempre cercare il contatto con la ghiandola infetta (fistola)

Quando viene trovata comunicazione, deve essere trattato allo scarico.

Se il drenaggio ascesso è buona, non sono necessari antibiotici.

Evitare di farmaci anti-infiammatori che possono aggravare l’ascesso

Una volta aperto, l’ascesso continua a svuotare un paio di giorni, poi chiude a poco a poco.

sollievo completo dal risveglio.

La medicazione si rinnova ogni Jou

A volte gli antibiotici sono proseguiti per 5 giorni.

L’olio di paraffina lattulosio associato viene dato ogni mattina per facilitare il transito

(TRANSULOSE: 1-3 cucchiai al giorno cafè)

L’igiene locale è molto importante. Semicupi o lavaggio con acqua fresca è

La Cicatrizzazione è ottenuta in 10 a 15 giorni.

Complicazioni

 

Complications abcès anal

  • VOTRE TITRE
  • Récidive :

    Elle survient de façon imprévisible après quelques semaines, mois ou années.

    Il existe un trajet fistuleux plus ou moins direct entre l’orifice de la glande pathologique dans le canal anal (la cryptite) et l’orifice externe cutané.

  • Fistule anale :                                                                                                                                           C’est ce trajet fistuleux, que l’on appelle aussi fistule anale, qu’il faudra traiter pour éviter les récidives.
  • Gangrene de Fournier (gangrène périnéo scrotale):

    Certains abcés sont parfois graves d’emblée et contiennent des germes appelés anaérobies.

    Ces germes se développent sans avoir besoin d’oxygène, ils produisent des gaz et des toxines.

    Dans ce cas, heureusement exceptionnel, l’infection progresse très rapidement dans les tissus autour de l’anus et peut s’étendre aux organes génitaux, au ventre, à la totalité des fesses.

Gangrene de Fournier  

La gangrène périnéo-scrotale ( Gangrene de fournier ) est une maladie grave.

  • Traitment
  • Excisions chirurgicales précoces et répétées régulièrement sous anesthésies générale

  •  

    Mise en place de Pansement aspiratif VAC 

  • Cathéter sus-pubien

  • Mise en place d’une colostomie de decharge

Malgré une prise en charge thérapeutique énergique, elle reste à l’origine d’un taux de mortalité important.

Chez les sujets fragiles (diabétiques notamment) l’ évolution est souvent mortelle malgré un traitement bien conduit.

Cette évolution gravissime en Choc septique (anaérobie, gram – ) peut survenir très rapidement (en quelques jours) soit d’emblée, soit à partir d’un abcès qui n’était pas traité.