Trattamento Chirurgico

Trattamento del cancro del pancreas

Chirurgia

  • La decisione di operare dipende dalla dimensione del tumore e da dove si trova.
  • Non operabili sono i pazienti il cui tumore non è resecabile o che non beneficeranno della resezione (stadio III e IV)
  • Durante l’operazione, si procede alla rimozione totale del tumore e alcuni tessuti sani circostanti.
  • La chirurgia viene eseguita in anestesia generale e sarete ricoverati in ospedale per diversi giorni dopo l’operazione.
  • Il trattamento chirurgico del cancro al pancreas è un’operazione importante, che provoca effetti collaterali significativi e richiede diverse settimane di recupero.
  • E ‘importante valutare i benefici e i possibili rischi di un tale intervento con il chirurgo e prendere il consiglio del proprio medico.

 

La chirurgia può permettersi di rimuovere tutto il tumore del pancreas (resezione completa RO)

Tre tipi di interventi sono possibili per un carcinoma pancreatico avanzato.

La DPC , duodeno-pancreasectomia o operazione di Whipple

Questo intervento viene praticato quando il tumore si trova nella parte più larga del pancreas (la « testa »).

 

Il chirurgo rimuove

  • la testa del pancreas
  • una parte dello stomaco e  del duodeno 
  • Il coledoco e la colecisti
  • I linfonodi

La continuità digestiva, biliare et pancreatica è ristabilita con 3 suture (anastomosi)

La DPC comporta una morbidità importante.

Questa morbidità è legata al rischio di:

  • fistola o infezione ( Leaking dalla sutura pancreatico – digestiva )
  • emorragia post operatoria
  • Esiste un rischio di mortalità postoperatoria legata alle complicazioni

Una digiunostomia con posizionamento di una sonda d’alimentazione nel vostro intestino può essere realizzata a seconda del caso per meglio alimentarvi. Alcuni giorni possono passare prima di essere in grado di iniziare a bere e mangiare correttamente. Nausea e vomito possono verificarsi se lo stomaco ha difficoltà di svuotamento (ritardato svuotamento gastrico).

Dopo la chirurgia, la convalescenza è lunga.

Passerete 10-15 giorni o più in ospedale, poi diverse settimane a casa.

  • Dopo la rimozione parziale o totale del pancreas, è necessario assumere le compresse per sostituire gli enzimi che erano prodotti in precedenza dal pancreas.
  • E ‘anche possibile che in seguito alla pancreaticoduodenectomia (DPC) che diventiate diabetici.

Il diabete è controllato con farmaci o iniezioni di insulina.

È necessario seguire questa terapia sostitutiva per il resto dei vostri giorni

Pancreasectomia distale

Si opta per questa tecnica quando il tumore è presente in altre regioni del pancreas. Il chirurgo rimuove la coda del pancreas che è colpita così come la milza.

Questo intervento è meno frequente perché il cancro del pancreas distale è spesso diagnosticato in ritardo
 

 

Pancreasectomie totale

Questo tipo di intervento sarà scelto se il cancro si trova in tutto il pancreas..

Il chirurgo rimuove quindi l’intero pancreas, una parte dei linfonodi dello stomaco, il duodeno, il dotto biliare comune, la cistifellea, la milza e i linfonodi.

Si diventa diabetici dopo pancreasectomia totale

Questo intervento è poco frequente.

 

Chirurgia palliativa : derivazione biliare et gastrica

L’intervento sarà in questo caso effettuato per alleviare i sintomi causati dal cancro diagnosticato in fase avanzata (III-IV) quando non può essere completamente rimosso.

La derivazione biliare che collega il condotto coledocico all’intestino tenue in modo da permettere il passaggio della bile e alleviare i sintomi di ittero

La derivazione digestiva collega lo stomaco al piccolo intestino, in modo da bypassare il blocco del duodeno e consentire l’alimentazione orale