Indicazioni

Indicazioni alla Colecistectomia

Le indicazioni alla colecistectomia laparoscopica sono le seguenti:

  • Indicazioni
  • 1)Litiasi colecistica sintomatica (colica epatica).
  • 2)Litiasi colecistica complicata
  • a)Colecistite acuta
  • b)Colecistite cronica
  • c)Pancreatite dovuta ad una migrazione litiasica
  • d)Litiasi della via biliare

Colecistolitiasi

La colecistolitiasi si definisce come la presenza di calcoli all’interno della colecisti.

Le donne sono colpite più frequentemente.

L’obesità e il diabete favoriscono la formazione di questi calculi che il più delle volte sono composti da colesterolo.
 

La litiasi colecistica può essere sintomatica.

I pazienti possono soffrire di attacchi dolorosi di coliche epatiche, secondarie alla distensione della colecisti a monte di un calcolo situato nel collo o nel dotto cistico.

Il dolore tipo colica epatica

  • Il dolore è spesso l’unico sintomo, ma può essere accompagnato da nausea e vomito.
  • Questo sintomo è a volte notturno e ad insorgenza improvvisa, spesso, in genere dopo un pasto pesante (assunzione di grassi o alcool).
  • Il dolore si trova in regione sottocostale destra (quadrante in alto a destra), o nel mezzo della parte superiore dell’addome (epigastrio).
  • Questo dolore può bloccare la respirazione (inibizione inspiratoria: segno di Murphy spontaneo)  e irradiarsi alla scapola destra o tra le spalle.
  • Il dolore aumenta durante 1 ora circa poi si calma.

 

  • Per qualsiasi dolore colico che dura più di 5 ore deve essere temuta una complicazione: colecistite, colangite, pancreatite acuta!

 

  • Da Notare
  • Gli attacchi di coliche biliari richiedono visita medica
  • L’esame fisico, esami di laboratorio e l’esecuzione di una ecografia consente una diagnosi accurata e di convalidare l’indicazione per colecistectomia.
  • L’ecografia è affidabile per cercare i calcoli biliari e i  segni di complicazione: colecistite, calcoli biliari migrati nelle vie biliari, pancreatite biliare

 

Colecistite acuta

La colecistite é una infiammazione (infezione) della parete di una colecisti contenente calcoli.

Si parla allora di colecistite litiasica.

Distinguiamo 3 fasi :

1) Infiammazione ed edema della colecisti: idrope della colecisti.
2) Infezione della bile (germi intestinali) : colecistite suppurativa o piocolecisti.
3) Necrosi ischemica della parete colecistica : colecistite gangrenosa.

  • La sintomatologia d’una colecistite si caratterizza per :

    Febbre (> 38,5°).

    Dolore all’addome superiore destro con irradiazione posteriore e nella regione della spalla destra.

    Nausea e vomito

Spesso è necessaria un’ospedalizzazione con dieta e antibiotici.
Gli esami di laboratorio possono mostrare una sindrome infiammatoria come un aumento dei globuli bianchi e PCR.

 

L’ecografia addominale è l’esame di riferimento

Essa diagnostica una colecisti litiasica a pareti inspessite, raddoppiate e divise. Uno spandimento liquido pericolecistico è frequente.

La colecisti in caso di colecistite può eccezionalmente perforarsi e provocare una peritonite biliare.

  • Da notare
  • Tutte le colecistiti acute diagnosticate devono essere operate !
  • possibilmente entro 48-72 ore dall’inizio della crisi dolorosa

L’intervento chirurgico può divenire più delicato in presenza di fenomeni infiammatori del peduncolo epatico e d’accollamenti con gli organi vicini come il duodeno o l’angolo colico destro.

Colecistite Cronica

La colecistite cronica è secondaria a una successione di colecistiti poco sintomatiche non trattate chirurgicamente, raffreddate con degli antibiotici o a risoluzione spontanea favorevole.

  • L’infiammazione cronica può provocare :
  • Colecistite cronica sclero-atrofica = La colecisti è di dimensione ridotta, la parete è spessa e modellata sul calcolo

    Colecistite cronica con parete molto fibrosa, sede di deposito  di calcio -Colecisti a porcellana: A rischio di trasformazione maligna : Cancro della colecisti.

    Fistula bilio-digestiva Fistula colecisto-duodenale Fistula colecisto-colica = questa comunicazione tra la colecisti (o la via biliare) e il tubo digerente complica circe l’ 1-2% delle colecistiti croniche. La fistula bilio-digestiva viene diagnosticata in caso di crisi di colecistite a ripetizione e la presenza di aria nella via biliare (aerobilia).

  • L’ileo biliare è una occlusione intestinale legata alla migrazione di un calcolo biliare fino all’ultima ansa intestinale (valvola ileo caecale bloccata).