manifestazioni cliniche

 

Forme cliniche  di fistole anale

  • forme acuta :                                                                                             ascesso

  • forma cronica                                                                                            flusso / perdite di liquido

Vi sono due aspetti principali: una forma acuta che è un ascesso e una forma cronica che è una semplice flusso di liquidi

Forma acuta : ascesso

L’ascesso si manifesta con un dolore localizzato ad una parte dell’ano.

Una forma particolare è eseguita dall’ ascesso intra sfinterico (o intramurale) che porta un altissimo dolore nel retto, sensazione grossolana a livello del margine anale e spesso disturbi urinari.

L’esame clinico, in questa forma di ascesso, è molto doloroso, e cercherà di valutare la dimensione e eventualmente, recuperare l’orifizio primario. Questi ascessi, sia che vengano incisi o aperti spontaneamente evolvono verso una forma cronica con una fuorisucita di liquidiq volte continuo e a volte interrotto.

La forma cronica : Le perdite di liquidi

Essa puo’ arrivare d’emblée o susseguire ad un incisione o evacuazione spontanea dell’ascesso.

Esiste una perdita di liquida più o meno purulenta da uno o più orifizi situati sulla pelle dell’ano: si parla d’orifizio esterno o orifizio secondario.

Nel caso particolare della fistola a ferro di cavallo, vi è un foro su ciascun lato della linea mediana.

Ulteriori test sono utili solo in certe forme, in particolare gli ultrasuoni endo-anali e la risonanza magnetica possono essere richiesti in forme poli-operata o complicate.